Viatge a Itàlia

Els alumnes de quart d’ESO han tornat aquesta nit del viatge d’estudis que han fet a Itàlia.

Sono stati cinque giorni incredibili !!!

Alle nove del mattino l’aereo di Vueling ci ha portati all’aeroporto Marco Polo.

Ora il vaporetto ci porta dal Lido di Jesolo a Venezia. Giovanni, l’autista del pullman ci ha portato a Lido di Jesolo, invece di portarci al Tronchetto, che è un’isola artificiale nella Laguna di Venezia, dove abbiamo dovuto prendere il vaporetto che ci ha portato a Piazza San Marco.

La gondola era il mezzo di rappresentanza di molti veneziani al tempo della Serenissima. Oggi molti veneziani non possono fare a meno della gondola. Questi sono i gondolieri. Forti dell’ immagine tradizionale che vede la gondola come uno dei molti simboli di Venezia, i gondolieri sono uomini con un forte carattere. Inneggiano al lieto vivere fatto di gran mangiate, bevute, risate.

Sembra un nome fantastico, inventato, magico, come la maggior parte delle definizioni di Ponti e Calli e Rioni in quel di Venezia. Oggi è proprio di una Calle che vi vogliamo parlare chiamata in modo davvero particolare: è Calle dell’Amor degli Amici.

In tanti si chiedono se esiste realmente e la risposta è – si -. Si trova precisamente nel sestiere di San Polo vicino all’Università di Ca’ Foscari e il Museo Casa Goldoni. Nel centro storico di Venezia è solo uno dei moltissimi toponimi così graziosi e curiosi. Molto originale ma, nella Serenissima, e in tutta la sua atmosfera, non poteva essere altrimenti.

La strada, “calle dei campanile detta civran”.

Nel pomeriggio torniamo al vaporetto del Lido di Jesolo per cenare all’hotel Centrale. La signora addetta alla reception dell’hotel si rivela essere qualcosa di asciutta.

Il giorno dopo, torniamo a Venezia e visitiamo la terrazza delle gallerie commerciali “Fondaco Dei Tedeschi“. Da lì c’è una bella vista della città.

Chiamato affettuosamente “el paròn de casa” (il padrone di casa) il Campanile è l’edificio più alto di Venezia coi suoi quasi 100 metri di elevazione. (mt. 99, 78 angelo compreso). Una palizzata di 3076 pali sostiene l’enorme peso della costruzione.

Per arrivare alle isole della Laguna di Venezia dalla città, il più comune è usare i mezzi pubblici, cioè il vaporetto, che nella nostra lingua è stato un autobus d’acqua.

Questo gabbiano era tranquillamente su un lampione nella piazza di San Marco.

Qui inizia un bel viaggio in gondola, anche se il gondoliere non cantava o parlava molto.

Martedì sera è ora di andare in discoteca.

Mercoledì, buon giorno, prendiamo l’autobus per andare a Firenze. Siamo stati in ostello “Plus Florence“.

Il battistero di San Giovanni Battista sorge di fronte alla cattedrale di Santa Maria del Fiore, in piazza San Giovanni. Dedicato al patrono della città di Firenze, ha la dignità di basilica minore.

A destra dell’abside il monumento funebre dedicato a Baldassarre Cossa, l’antipapa Giovanni XXIII, morto a Firenze nel 1419, eseguito da Donatello e Michelozzo tra il 1422 e il 1428.

Il campanile di Giotto è la torre campanaria di Santa Maria del Fiore, la cattedrale di Firenze, e si trova in piazza del Duomo.

Di notte, ci siamo diretti verso il Piazzale Michelangelo, per vedere la città da lì.

La mattina dopo visitammo il David di Michelangelo nella Galleria dell’Accademia.

Nel pomeriggio visitiamo la Galleria degli Uffizi.

Dopo cena, al Cimatori Trenta Osteria, riposiamo tranquilli nella piazza della Signoria.

Officina Profumo-Farmaceutica compie nel 2012 quattrocento anni di ininterrottà attività
Nella splendida cornice del Chiostro Grande di Santa Maria Novella si sono tenuti i festeggiamenti per i 400 anni.

Venerdì siamo andati a Pisa in pullman. La torre fornisce circa 100 fotografie al minuto.

Il duomo di Santa Maria Assunta, al centro della Piazza dei Miracoli, è la cattedrale medievale di Pisa nonché chiesa primaziale. Capolavoro del romanico, in particolare del romanico pisano, rappresenta la testimonianza tangibile del prestigio e della ricchezza raggiunti dalla Repubblica marinara di Pisa nel momento del suo apogeo.

Il battistero di San Giovanni è uno dei monumenti della piazza dei Miracoli, a Pisa; s’innalza di fronte alla facciata occidentale della cattedrale di Santa Maria Assunta, a sud del camposanto monumentale.

Pisa è una città affascinante. Sulle rive dell’Arno, è pieno di edifici romanici, chiese gotiche, palazzi e piazze rinascimentali e strade animate che costituiscono un insieme difficile da dimenticare, soprattutto per la sua Piazza dei Miracoli, il suo Campo de los Milagros, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Deixa un comentari

L'adreça electrònica no es publicarà Els camps necessaris estan marcats amb *

XHTML: Trieu una d'aquestes etiquetes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>